L’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani partecipa al cordoglio per la scomparsa del campione francese Laurent Fignon.
Il presidente Amedeo Colombo a nome dell’intera associazione e di tutti i corridori professionisti italiani esprime la sua vicinanza alla famiglia del due volte vincitore del Tour de France. Fignon ci lascia a 50 anni, dopo una lotta contro il cancro che, nonostante la forza da campione dimostrata in tante occasioni, non ha saputo sconfiggere. A giugno dello scorso anno, in occasione dell’uscita della sua autobiografia (”Eravamo giovani e spensierati”), aveva annunciato di avere un cancro alle vie digestive. Nonostante la malattia aveva mantenuto il suo posto di commentatore della tv France 2 per le ultime due edizioni del Tour. Il ‘professore’ , soprannominato così per gli occhiali che teneva sul naso anche quando correva, oltre alle due vittorie al Tour (1983, 1984), aveva vinto un Giro d’Italia (1989) e diverse classiche come la Milano-Sanremo (1988 e 1989). Professionista dal 1982 al 1993, nel 1989 mancò l’accoppiata Giro-Tour piazzandosi secondo nella grande boucle con uno scarto di appena 8″ dallo statunitense Greg Lemond dopo aver trascorso 11 giorni in maglia gialla. Addio campione!