Quest’oggi a Salsomaggiore Terme i rappresentanti dell’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani (ACCPI) in collaborazione con la Lega del Ciclismo Professionistico (LCP) hanno incontrato i giovani atleti che passeranno professionisti nel 2013 per dar loro tutte le informazioni indispensabili per affrontare al meglio il grande salto.
Presso l’Hotel Valentini di Salsomaggiore Terme, alla presenza del Commissario Tecnico Paolo Bettini si è discusso della vita di gruppo nella massima categoria, di sicurezza, tutela della salute e passaporto biologico (RTP), del sistema premi, di contratti e assicurazioni, dell’assetto istituzionale del ciclismo, del rapporto con i media e di molto altro.
Mattia Cattaneo e Luca Wackermann (Lampre Merida), Manuel Bongiorno, Edoardo Zardini ed Enrico Barbin (Bardiani CSF), Luigi Miletta e Mattia Pozzo (Fantini Vini), Andrea Ciacchini e Andrea Peron (Type 1), Diego Rosa (Androni Venezuela), Kristian Sbaragli (MTN Qhubeka) si sono dimostrati molto interessati alle potenzialità e al lavoro svolto dall’associazione di cui ormai fanno ufficialmente parte e agli interventi del segretario generale ACCPI Federico Scaglia, del presidente della Lega del Ciclismo Vincenzo Scotti, del rappresentante dei direttori sportivi Luca Guercilena, del CT Paolo Bettini, dei giornalisti Pier Bergonzi, capo-redattore centrale de La Gazzetta dello Sport, e Pier Augusto Stagi, direttore di tuttoBICI E tuttobiciweb.it, e di Giuseppe Figini della Commissione Tecnica della LCP.
I neoprofessionisti e gli altri corridori che hanno risposto all’invito del presidente Amedeo Colombo nel primo pomeriggio parteciperanno alla tavola rotonda “Le componenti del ciclismo professionistico a confronto” insieme alle altre associazioni di categoria del mondo delle due ruote: Lega del Ciclismo Professionistico (LCP), Associazione Organizzatori Corse Ciclistiche (AOCC), Associazione Italiana Direttori Sportivi Professionisti (ADISPRO) e Federazione Ciclistica Italiana (FCI).