Il Presidente della Lega Ciclismo Vincenzo Scotti e tutti i componenti del consiglio direttivo desiderano complimentarsi con RCS Sport per le scelte effettuate nell’assegnazione delle wild card Giro D’Italia 2014. In un momento di criticità estrema, derivante soprattutto dalla crisi economica, e dalle difficoltà del nostro sistema ciclismo professionistico di stare al passo con la concorrenza internazionale, non tanto in termini di qualità, che è sempre stata garantita, ma di risorse economiche anche per i pesanti vincoli e costi imposti dalla legge 91 del 1981, il più importante organizzatore italiano ha dato un messaggio importante per la salvaguardia del movimento, per conservare quel prezioso patrimonio di esperienza, passione e professionalità che abbiamo sempre saputo esprimere nella nostra storia sportiva.

La Lega del Ciclismo Professionistico che assieme alla FCI sta portando avanti un importante e ambizioso progetto di ricostruzione del tessuto connettivo del ciclismo italiano portato avanti assieme dalla FCI e dalla Lega.
Siamo certi che le quattro squadre Professional affiliate in Italia invitate al prossimo Giro d’Italia, Androni Giocattoli, Bardiani-CSF, Colombia e Yellow Fluo sapranno rispondere alle aspettative e onoreranno al meglio la corsa rosa, come ha dimostrato l’esperienza di questi ultimi anni, nei quali le squadre Professional italiane hanno sempre corso da protagoniste aggiudicandosi prestigiose tappe e maglie importanti .
Un Giro d’Italia con molti corridori italiani rappresenta un “made in Italy” che unisce tradizione e modernità e rafforza la sua funzione di formidabile ambasciatore del nostro paese nel mondo, ottenuta tramite la valorizzazione dei nostri splendidi territori e panorami, delle spettacolari salite, del pubblico e dei tanti campioni presenti. Come giustamente rivendicato dall’organizzatore nella presentazione del Giro nessun’altra manifestazione al mondo può offrire tutte questi aspetti in una singola manifestazione.

comunicato stampa Lega del Ciclismo Professionistico