Il CPA sostiene l’iniziativa che sta portando avanti l’associazione dei corridori belgi BPCA, membro del CPA, a difesa dei corridori, contro gesti violenti e irrispettosi da parte del pubblico.
Nei giorni scorsi BPCA ha intrapreso un’azione legale contro le persone che hanno lanciato birra contro MVDP e altri corridori durante il Tour delle Fiandre sull’Oude Kwaremont.
“Vogliamo che si faccia qualcosa contro coloro che rovinano l’atmosfera per tutti – afferma Bert Scheirlinckx, segretario generale di BPCA.- Siamo pronti ad andare fino in fondo con la nostra causa civile a fin che certi tifosi maleducati siano puniti e smettano di rovinare lo spettacolo che il nostro bellissimo sport offre..”
Il CPA invita il pubblico a tenere un comportamento rispettoso nei confronti dei corridori, impegnati nello svolgimento del loro lavoro. Le corse ciclistiche, oltre ad essere un grande show per milioni di spettatori, rappresentano per gli atleti il risultato di duro lavoro e preparazione che possono essere vanificati in pochi istanti da azioni inconsulte o addirittura violente degli spettatori. La carriera di un atleta, come anche la sua incolumità fisica è messa a rischio ogni volta in cui i tifosi spingono o toccano gli atleti al loro passaggio, fanno selfies, si sporgono, anche con oggetti, creano in qualche modo ostacolo alla loro avanzata.
La sicurezza dei corridori è nelle mani di tutti, usiamole per applaudirli, non per metterli in difficoltà!

comunicato stampa CPA