L’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani (ACCPI) si stringe alla famiglia di Wouter Weylandt, ai suoi compagni di squadra, a tutta la Leopard Trek e all’intera carovana del Giro d’Italia che quest’oggi ha assistito impotente alla drammatica scomparsa del giovane corridore belga.
Non ci sono parole per esprimere il dolore e lo sconcerto che tutti gli appassionati di ciclismo stanno provando in queste ore, figuriamoci quelli del gruppo di cui Weylandt ha fatto parte da protagonista fino al suo ultimo respiro e di cui continuerà a far parte anche dopo questa tragedia.
I corridori italiani partecipano al cordoglio del ciclismo intero mandando un ultimo saluto al loro collega e amico e con le lacrime agli occhi continuano a pedalare, per lui.
Riposa in pace Wouter.