2 Salvato Cappellotto Bugno

Dovendo promuovere gli interessi professionali, morali e materiali dei suoi soci lAssociazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani ha maturato un particolare interesse per la sicurezza stradale. In questi anni l’ACCPI ha sviluppato una buona conoscenza professionale su questo tema e ha promosso la campagna #tifatecierispettateci per insegnare agli atleti a rispettare il codice della strada e per instaurare un buon rapporto tra chi pedala e tutti gli utenti della strada.

Grazie a un forte tam tam sui social network e all’attenzione mediatica conquistata, i corridori professionisti hanno diffuso il logo ACCPI giallo e nero con impressa la distanza di 1,5 metri (consigliata come spazio di sicurezza da lasciare nel sorpassare un ciclista, in alcuni paesi obbligatoria da codice della strada) non solo tra gli sportivi ma anche tra le persone comuni che tutti i giorni devono condividere la strada con le due ruote. Ormai il logo viene utilizzato ed esposto non solo sull’abbigliamento sportivo ma anche su molti mezzi che ogni giorno percorrono le nostre strade.

Riteniamo importante che non solo lo sportivo praticante ma anche l’automobilista condivida questo messaggio e lo faccia diventare di primaria importanza per tutelare se stesso e il prossimo.

Zanardi SICUREZZA STRADALE ACCPI